CPD ONLINE INVECCHIAMENTO ATTIVO 2 - Mediation ARRCA

MEDIATION ARRCA
MEDIATION ARRCA
Vai ai contenuti
FUNZIONI COGNITIVE E MEDIAZIONE DI APPRENDIMENTO
PER UN INVECCHIAMENTO ATTIVO: MEMORIA E CREATIVITÀ

 
Il nostro cervello è in grado di formare per tutta la vita sia nuove cellule neuronali sia nuove connessioni tra i neuroni: in una parola è plastico, a condizione che possa nutrirsi di cambiamento e allenamento.
 
I più recenti studi nell’ambito delle neuroscienze confermano così l’assunto di Feuerstein: la nostra mente è plastica e possiamo tenere in allenamento il nostro cervello ad ogni età. Ma come? Facendo riferimento ai principi del Metodo Feuerstein - Esperienza di Apprendimento Mediato e Modificabilità Cognitiva Strutturale - possiamo allenare specifiche abilità mentali (memoria, concentrazione, ragionamento logico, pianificazione) e sviluppare la consapevolezza dei propri processi di pensiero: è questo l’approccio vincente che ci permette di mantenere una mente pronta, flessibile ed efficiente.
 
Nel corso del seminario, a partire da esercizi stimolanti e originali, proporremo riflessioni su come attivare le Funzioni Cognitive e le Abilità Mentali che determinano un buon funzionamento della memoria e come svolgere il ruolo di mediatore adulto e competente per sviluppare plasticità cerebrale e coltivare la capacità di metacognizione.

Nel primo seminario (2023) abbiamo parlato di percezione, attenzione e concentrazione; in questo secondo seminario tratteremo di memoria e creatività, nel terzo (2024) parleremo di problem solving, linguaggio e pianificazione/organizzazione. I tre seminari sono fruibili indipendentemente l’uno dall’altro.

 
CONTENUTI
 
  • la Modificabilità Cognitiva Strutturale come caratteristica peculiare dell’essere umano e sviluppi delle neuroscienze
  • Funzionamento della memoria, la memoria nell’invecchiamento, strategie di rinforzo
  • Sviluppo della creatività, condizioni e strategie di attivazione
  • Criteri di Esperienza di Apprendimento Mediato: l’adulto come mediatore del proprio apprendimento
  • Le emozioni connesse all’apprendimento (ansia, senso di incompetenza, frustrazione, timore di fronte a compiti nuovi, pregiudizi sull’apprendimento e la memoria)
  • Costruzione di atteggiamenti metacognitivi attivi (cosa fare per ricordare, essere creativi nell’affrontare i problemi, perché certi errori e non altri, perché più difficoltà in certi compiti o situazioni e non in altre e cosa fare)       
 
DOCENTI

Torna ai contenuti