Il Programma di Arricchimento Strumentale (PAS) - Mediation A.R.R.C.A. srl

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Programma di Arricchimento Strumentale (PAS)

CHI SIAMO > Il PAS

IN EVIDENZA

Cos'è il PAS

Il Programma di Arricchimento Strumentale (PAS) è un programma di educazione cognitiva elaborato a partire dagli anni Cinquanta dal prof. Reuven Feuerstein. Successivamente è stato utilizzato con successo in settanta Paesi (e tradotto in 16 lingue) come strumento per l'accrescimento del potenziale di apprendimento in individui svantaggiati o provenienti da ambienti ad alto rischio.
I materiali del PAS sono organizzati in 14 eserciziari detti Strumenti, che comprendono esercizi carta-matita focalizzati su specifiche aree cognitive. Gli esercizi vengono mediati da un applicatore PAS e possono essere svolti in classe o all'interno di un intervento individuale.

Obiettivi
Il PAS si propone di produrre o migliorare la capacità di imparare:

  • correggere le funzioni cognitive carenti

  • formare corrette abitudini cognitive

  • sviluppare concetti, strategie e operazioni mentali

  • produrre motivazione intrinseca

  • promuovere l’insight e il pensiero riflessivo

  • trasformare l’individuo da passivo ricettore in attivo produttore di informazioni


A chi può risultare utile il PAS?
A bambini e ragazzi a partire dagli otto anni:

  • quando presentano deficit percettivi e disabilità di apprendimento

  • quando hanno bisogno di acquisire buone abitudini di lavoro, strategie e capacità di riflettere sul proprio stile di apprendimento, per migliorare la loro organizzazione e per motivarsi allo studio

  • quando desiderano raggiungere livelli di prestazione più elevati

  • quando i risultati scolastici sono scadenti

  • quando sono affetti da sindrome di Down o altri deficit congeniti (vedere anche PAS Basic)


Deliberatamente privi di specifici riferimenti a materie scolastiche, gli esercizi sono trasferibili a tutte le situazioni di vita: in questo modo i discenti sviluppano l'abilità di applicare le loro funzioni cognitive a ogni problema o situazione che richieda ragionamento.

Qual è il ruolo dell’applicatore PAS?

L’applicatore presenta gli esercizi, spiega i termini, prepara il lavoro indipendente, esplora processi e strategie, fa una previsione delle possibili difficoltà a livello di un esercizio specifico o del funzionamento cognitivo del soggetto, rinforza l’apprendimento e aiuta i discenti a espandere le abilità e i concetti appresi a situazioni diverse.

Gli applicatori PAS hanno una particolare percezione dei discenti e aspettative positive rispetto alla loro modificabilità. Essi valutano i cambiamenti indotti dall’uso del PAS osservando l’efficienza dei discenti nel risolvere esercizi specifici e la loro capacità di mettere in atto processi di pensiero e transfer spontanei. In altre parole focalizzano la loro attenzione sul processo di pensiero piuttosto che sul prodotto.

I discenti ricavano un feedback attraverso l’autocorrezione, l’interazione con i pari, la valutazione che l’applicatore dà della loro prestazione; essi imparano ad autovalutarsi sulla base dell’obiettivo che è stato definito e facendo ricorso a criteri misurabili come la velocità, un minore affaticamento, un comportamento meno impulsivo.

Corsi di formazione per applicatori PAS

Torna ai contenuti | Torna al menu